Medicina integrata e Fitoterapia

Zenzero: il rizoma d’oro

Descrizione botanica

Zingiber officinalis Roscoe è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae. Originaria dell’India e dei Paesi dell’Estremo Oriente, cresce anche in Messico, Antille e specialmente nella Giamaica. Si riproduce per mezzo di un aromatico rizoma. I fiori sono vistosi e ricordano quelli delle orchidee, raggruppati in dense spighe con fiori dal colore verde-giallo con labello porporino. Le foglie sono inguainate al fusto. Il rizoma della pianta si presenta ricoperto da una corteccia marrone chiara dalla tipica consistenza fibrosa e granulosa. All’interno la polpa del rizoma digitato appare dal colore giallo e dall’inconfondibile odore aromatico. La droga della specie officinale è rappresentata dal rizoma.

Storia e curiosità

Utilizzato da oltre 2000 anni fa per scopi medicinali, Zingiber officinale Roscoe rappresenta uno dei fondamenti della medicina Ayurvedica, Unani Tibb, Siddha e della Medicina Tradizionale Cinese. Lo zenzero è una pianta antica, conosciuta già dal XV secolo dai cinesi, che la usavano per aromatizzare le pietanze. In Europa, invece, si è diffuso a partire dal Medioevo come rimedio contro la peste. Oggi lo zenzero è usato sia in cucina che in erboristeria come pianta aromatica e dalle notevoli proprietà stimolanti, oltre che dall’industria per preparare liquori e altre bevande.

Principi attivi

L’efficacia terapeutica del rizoma della specie Zingiber officinale Roscoe è data dalla presenza nel profilo metabolico di molecole bioattive quali: olio essenziale (caratterizzato da: zingiberene, gingerolo, gingerone, geraniolo, linalolo, canfene, borneolo, cineolo, limonene, curcumene, bisabolene, β-sequifellandrene, α-farnesene, sesquisabinene) e olio resina.

Oli sesquiterpeni e monoterpeni la cui composizione varia a seconda del paese di origine e conferiscono il caratteristico aroma alla pianta. Questi composti conferiscono ai rizomi proprietà antinfiammatorie, antiossidante, analgesiche, antivirali, antibatteriche, antimicotiche, antitussive e antitumorali.

Gingerolo.

Proprietà terapeutiche

Gli estratti del rizoma di  sono efficaci antiemetici e antinausea, dall’azione carminativa, stimola l’appetito, attenua i disturbi digestivi ed è utile nel trattamento del mal d’auto e del mal di mare. Utile in caso di indigestione riesce ad assorbire e neutralizzare le tossine dello stomaco.

Tonico cardiaco, aiuta a prevenire varie malattie cardiache riducendo la coagulazione del sangue che può portare alla formazione di placche o trombosi, inoltre, regolarizza la pressione sanguigna diminuendo la resistenza vascolare periferica.

Epatoprotettore ad azione coleretica-colagoga, aiuta la digestione dei grassi e abbassa i livelli di colesterolo sanguigno.

Antipiretico naturale abbassa la febbre causata da batteri o virus, valido anche per il trattamento del raffreddore. L’azione antibatterica è specifica per i ceppi E. coli, Bacillus subtilis, Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa and Proteus vulgaris.

I principali preparati erboristici derivati dalla specie Zingiber officinale Roscoe sono:

  • Decotto: (si utilizza il taglio tisana del rizoma);
  • Tintura madre (macerato idroalcolico del rizoma fresco);
  • Compresse (formulazioni erboristiche da estratto secco del rizoma);
  • Olio Essenziale (distillato del rizoma fresco).

Nota: L’olio essenziale di Zenzero è caustico e irritante per le membrane e le mucose, è estremamente importante diluire il contenuto prima della somministrazione sia interna che esterna.

Olio essenziale di zenzero.

Meccanismo d’azione

Stimola la secrezione salivare e gastrica, aumenta il tono della muscolatura intestinale ed attiva la peristalsi. L’azione del gingerolo è simile a quella della capsaicina del peperoncino e piperina del pepe nero: attiva i recettori delle spezie sulla lingua.

Il meccanismo d’azione dello zenzero non è del tutto conosciuto, studi scientifici indicano che esso possa agire come antagonista serotoninergico, come antagonista NK1, come antistaminico e con un effetto procinetico a livello gastrico.

L’azione afrodisiaca, riconosciuta e celebrata dagli arabi, è dovuta alla presenza di zenzeroli che aumentano la libido, potenziano l’erezione, aumentano il volume e la mobilità degli spermatozoi. Il rizoma contiene gingerolo (con azione simile alla capsaicina) che conferisce proprietà vaso-dilatatorie, in grado di favorire l’afflusso del sangue e di attivare la circolazione.

Avvertenze e controindicazioni

Durante la gravidanza, l’allattamento, in soggetti affetti da calcolosi renale, disfunzioni epatiche, gastrite, ulcera ed ernia iatale si consiglia l’uso di preparati a base di zenzero per brevi periodi e sotto stretto controllo medico. L’assunzione continuativa e a dosi eccessive può provocare gastriti e bruciore di stomaco.

Attenzione all’acquisto del rizoma di Zingiber officinale Roscoe, che deve mantenere certificazioni e tracciabilità di filiera, poiché per rendere invitante sul mercato il rizoma vecchio e marcio, molto spesso viene lavato con acido solforico che è estremamente pericoloso per il consumo.

Lo zenzero non deve essere associato a farmaci anticoagulanti o derivati dell’acido acetilsalicilico: prolunga il tempo di sanguinamento per inibizione della trombossano sintetasi.

Dott.ssa Giusy TrivignoTecnico Erborista
Scrivimi pure su: Instagram, Linkedin o all’email giusytrivigno98@libero.it

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo. Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...