Psicologia del Benessere

Pet-therapy nell’inclusione scolastica elementare.

La pet-therapy viene impiegata anche come strumento di supporto per lo stress in ambito educativo e formativo, per gli effetti che esercita sull’umore, l’impegno nel percorso di apprendimento, l’interazione sociale e la condotta dello studente. L’utilizzo di animali come elementi centrali degli interventi educativi e terapeutici è infatti aumentato significativamente negli ultimi anni.

In primo luogo, la pet-therapy e, in particolare, gli AAI e gli AAA, possono essere annoverati tra le strategie di inclusione scolastica dei bambini con bisogni educativi speciali, perché alcuni bambini possono aver bisogno di sviluppare maggiori abilità sociali e in questo senso l’interazione con animali addestrati è in grado di stimolare tale sviluppo, profilandosi inoltre come attività relativamente economica e di applicazione facile.

A sua volta, l’inclusione scolastica rappresenta un fattore essenziale per permettere a ciascun bambino, indipendentemente dalle sue caratteristiche, di integrarsi nel tessuto sociale e di condurre un percorso di studi adeguato, che ne faciliti anche l’inserimento lavorativo.

A tale proposito, alcuni studi hanno evidenziato gli effetti positivi della pet-therapy su bambini affetti da disturbi del neurosviluppo, che hanno riportato un significativo incremento delle abilità sociali in seguito all’intervento. A loro volta, le abilità sociali permettono al bambino di integrarsi più facilmente con i pari, superando anche la paura e l’ansia legate al contatto con altri bambini, laddove ciò costituisca una fonte di disagio.

Quando queste attività vengono estese a tutta la classe scolastica, si riscontrano effetti positivi a diversi livelli, poiché anche i bambini con sviluppo normale danno mostra di trarre beneficio dall’interazione con gli animali. Si configura dunque un clima maggiormente positivo, gli studenti sono in grado di stringere legami e di cooperare in modo più sereno e aperto e ciò potrebbe essere ricondotto a una riduzione generale dei livelli di tensione e di ansia connessa alle prestazioni scolastiche, che possono interessare anche i bambini con sviluppo normale.

Foto di White77 da Pixabay

L’ansia da prestazione scolastica, infatti, scaturisce da una percezione di mancanza di controllo sugli eventi, nello specifico le interrogazioni e i compiti in classe, perché lo studente può arrivare a ritenere che, malgrado gli sforzi, l’insegnante gli darà un voto negativo, oppure la sua prestazione scolastica sarà insufficiente. Questa percezione può essere legata a un locus of control esterno e a bassi livelli di autoefficacia, che possono tuttavia essere compensati dall’interazione con gli animali nell’ambito delle AAA.

Queste attività, infatti, trasmettono al bambino una maggiore sensazione di competenza, responsabilizzandolo, allo stesso tempo dimostrandogli, attraverso la fiducia dell’animale, di essere in grado di svolgere azioni complesse e finalizzate, come prendersi cura dell’animale, giocare con lui e rispondere creativamente e proattivamente ai suoi bisogni. Dunque, queste attività, oltre a ridurre il senso di ansia associato alla scuola, ai compagni e agli insegnanti, incrementano l’autoefficacia e riportano il locus of control all’interno dell’individuo, facendolo sentire responsabile degli eventi e in grado di modificarne gli esiti.

Ciò è stato osservato anche negli studenti con disabilità. In uno studio recente, un campione di studenti con disabilità è stato sottoposto a un AAI, misurando i livelli di ansia scolastica precedenti e successivi all’intervento, oltre ai livelli di soddisfazione della classe.

Da questo studio è emerso che, mentre i livelli di ansia risultavano significativamente inferiori alla fine dell’intervento, i livelli di soddisfazione e di partecipazione scolastica nel campione erano incrementati, confermando che la pet-therapy è in grado di intervenire a più livelli sul benessere scolastico degli studenti.

Pierangelo Valaperta – Dr in Psicologia

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo. Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...