Medicina integrata e Fitoterapia

Rimettersi in viaggio con l’omeopatia. Consigli omeopatici per la partenza.

Con l’arrivo dell’estate e l’inizio delle vacanze, ritornano anche i problemi di cinetosi, ovvero il mal d’auto o il mal di mare. Esistono diverse strategie per contrastarla e gestirla. L’omeopatia è una di queste.

Vedremo in questo articolo come, in base al mezzo di trasporto, l’omeopatia può aiutarci a superare alcuni momenti spiacevoli delle vacanze e non solo dovuti al “malessere da movimento”.

In automobile e in nave

Se la vostra vacanza prevede un viaggio o alcuni spostamenti in automobile o in nave ecco a voi i medicinali omeopatici che potete tenere a vostra disposizione.  

Tabacum o Cocculus sono i due rimedi omeopatici per i sintomi da mal d’auto o mal di mare più frequenti ovvero vertigini, nausea, vomito e debolezza.

Se sapete di soffrire di questo tipo malessere quando vi spostate attraverso questi mezzi rivolgetevi al vostro farmacista di fiducia esperto in medicina omeopatica per capire quale dei due è il più adatto a voi.

Infatti, in base a come reagite al mal d’auto o al mal di mare, sarà più indicato l’uno o l’altro.

Tabacum è consigliato per chi soffre di vertigini che migliorano chiudendo gli occhi. Insorgono anche mal di testa, nausea e vomito. Aumenta la salivazione e il minimo movimento peggiora i sintomi sopra descritti, mentre vengono migliorati dall’aria aperta. Chi viaggia in auto vorrà abbassare il finestrino, chi viaggia in nave vorrà stare sul ponte all’aria aperta. Spesso si tende ad impallidire e a sudare freddo, oltre che ad avvertire anche una grande debolezza.

Assumere Tabacum come medicinale omeopatico prima e durante il viaggio può migliorare molto questo momento.

Per chi invece avverte la nausea e le vertigini, ma avverte un miglioramento al caldo e al chiuso, allora si può pensare a Coccolus come medicinale omeopatico per il proprio viaggio. La debolezza è avvertita come se non si fosse capaci di tenere la testa sollevata e come se le ginocchia ci stessero per abbandonare da un momento all’altro facendoci cadere a terra. Anche in questo caso notiamo il pallore e l’aumento della salivazione, ma chi viaggia in macchina vorrà sdraiarsi sul sedile con gli occhi chiusi, possibilmente coperti con qualcosa e chi viaggia in nave non vorrà muoversi da un posto al chiuso e al caldo.

In aereo

Cocculus è un medicinale omeopatico che può risultare utile anche a chi, spostandosi in aereo, soffrirà il jet lag. Quando vi è un’alterazione del ritmo sonno-veglia, dovuta per esempio a viaggi in luoghi con fusi orari differenti, Coccolus può essere un buon consiglio per ritrovare l’equilibrio e smaltire quel malessere che di solito accompagna situazioni di questo tipo.

Se il problema del viaggio in aereo è dato dalla paura di volare possiamo, anche in questo caso, trovare nell’omeopatia un’alleata. Se questo timore si presenta già molto tempo prima della partenza procurando un’ansia anticipatoria che mette agitazione e frenesia, allora possiamo pensare ad Argentum nitricum in granuli da assumere fino a miglioramento. Se invece la paura di volare ci blocca allora è a Gelsemium il medicinale omeopatico a cui dobbiamo pensare.  

Il consiglio in più

Questo consiglio può essere utile sia a chi viaggerà in automobile sia a chi viaggerà in aereo. La situazione per la quale è utile è quella dell’essere costretti a stare in una posizione rigida e scomoda a lungo per ritrovarsi poi impacciati nei movimenti quando si scende dal mezzo per riprendere il cammino a piedi. A chi succede di sentirsi rigido nei movimenti, fino a che non si è mosso per un po’ di tempo riprendendo la normale mobilità, può essere utile avere a portata di mano il medicinale omeopatico Rhus toxicodendron in granuli.

Per ognuna delle situazioni descritte nel presente articolo si consiglia il consulto di un esperto in medicina omeopatica per poter ricevere un consiglio personalizzato sulla base delle vostre esigenze.

Fonti

“Omeopatia da viaggio” Ruggero Dujany – Red.Edizioni

“Farmacologia e materia medica omeopatica”- D.Demarque, J.Jouanny, B. Poitevin, V.Saint-Jean , Ed. Tecniche Nuove

Cristina Scaglianti

Farmacista specializzata in Omeopatia

www.farmacistaomeopata.it

www.instagram.com/farmacistaomeopata

www.facebook.com/farmacistaomeopata

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...