Medicina e salute

L’iperidrosi, una patologia ad alto livello impattante sulla vita sociale!

La sudorazione ha un valore non indifferente nella nostra vita quotidiana, soprattutto per chi ha una sudorazione abbondante e frequente, chiamata “iperidrosi“, una eccessiva secrezione delle ghiandole sudoripare. E’ una condizione che provoca una sudorazione oltre quanto fisiologicamente necessario, l’aumento di sudorazione non è causato solo da stimoli esterni o fluttuazioni di temperatura, come nel caso di un individuo fisiologicamente normale. Influisce sulla qualità della vita dei pazienti, perché causa disagio emotivo, con conseguente danni sociali e lavorativi. I pazienti con iperidrosi subiscono un impatto estremamente negativo sulla loro qualità di vita al pari di essere gravemente colpiti dalla psoriasi.

Eziologia

L’iperidrosi colpisce dall’1% al 3% della popolazione mondiale, ma meno della metà delle persone colpite ne discute con il proprio medico. Più del 90% dei casi di iperidrosi sono primari e più della metà di questi casi colpisce le ascelle. Più di un terzo delle persone con iperidrosi ascellare riferisce che la condizione è appena tollerabile o completamente intollerabile e quasi sempre interferisce con le attività quotidiane. Fino a due terzi dei pazienti riferiscono una storia familiare, suggerendo una predisposizione genetica. La prevalenza tra i sessi, sebbene, sia più o meno uguale, le donne hanno maggiori probabilità di segnalare l’iperidrosi al proprio medico.

Fisiologia della sudorazione

L’effettore più importante della termoregolazione è la sudorazione ed è controllata attraverso l’ipotalamo. Il sudore sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi aiuta a fornire una buona presa e avere una normale umidità del palmo è importante per noi quando svolgiamo attività molto diverse come l’artigianato, la manipolazione della carta e lo sport . La sudorazione palmo-plantare, a volte chiamata “emotiva“, è controllata attraverso la corteccia, il sistema limbico e i nervi simpatici. I riflessi attivati ​​dalla pressione sul palmo della mano o della pianta del piede possono innescare la sudorazione palmo-plantare.

L’iperidrosi è caratterizzata da una risposta anormale al calore, allo sforzo e allo stress con sudorazione pronunciata in generale o focale. Questo può essere visto come un’estensione della risposta fisiologica in cui l’iperidrosi generale coinvolge “il termostato“, l’ipotalamo, la corteccia focale e simmetrica dell’iperidrosi e il sistema limbico. I pazienti con iperidrosi mostrano una maggiore attività nel sistema nervoso simpatico (sudo-motore) all’eccitazione (dolore, urla, carezze).

Meccanismo biologico delle ghiandole del sudore

Le ghiandole sudoripare eccrine con recettori muscarinici colinergici ricevono segnali da fibre simpatiche con acetilcolina come sostanza segnale. I co-trasmettitori CGRP e VIP sono potenti vasodilatatori e portano a una maggiore permeabilità vascolare che è importante quando viene prodotto il sudore. Dopo che NaCl è stato riassorbito nel condotto del sudore, il sudore eccrino si trasforma in una soluzione di sale ipo-osmolare. 

Le ghiandole sudoripare eccrine e apoeccrine producono la soluzione salina, “il normale sudore”. Le ghiandole apocrine hanno alcune caratteristiche della secrezione delle ghiandole mammarie poiché il sudore è ricco di energia. Il sudore è costituito da una piccola quantità di consistenza oleosa. Il sudore apocrino è principalmente inodore, ma il caratteristico odore di sudore si verifica quando abbatte i batteri della pelle nelle ascelle e nell’inguine. Un pronunciato odore di sudore con il suo impatto sulla qualità della vita di un individuo è chiamato bromidrosi. Il sudore apocrino contiene feromoni i cui segnali di odore possono essere significativi anche per quanto riguarda l’attrazione sessuale nell’uomo.

Iperidrosi primaria e secondaria

Esistono due tipi di iperidrosi: l’iperidrosi primaria, una sudorazione bilateralmente simmetrica, focale, eccessiva delle ascelle, dei palmi delle mani, delle piante dei piedi o della regione cranio-facciale e l’iperidrosi secondaria, che può essere focale o generalizzata ed è causata da una condizione medica sottostante o dall’uso di farmaci. La causa dell’iperidrosi primaria non è ben compresa. Le ghiandole sudoripare eccentriche, distribuite in tutto il corpo, ma fortemente concentrate su palme, piante dei piedi, ascelle e viso, sono innervate dalle fibre nervose autonome post-gangliari e stimolate dal neurotrasmettitore acetilcolina.  La stimolazione simpatica aumentata o aberrante delle ghiandole sudoripare eccrine, si ritiene, che sia responsabile dell’aumento della sudorazione piuttosto che un aumento del numero o delle dimensioni delle ghiandole. Le persone con iperidrosi primaria hanno un livello basale di produzione di sudore superiore al normale e una maggiore risposta a stimoli normali, come stress emotivo o fisico.

L’iperidrosi primaria è idiopatica, bilateralmente simmetrica, sudorazione eccessiva delle ascelle, dei palmi delle mani, delle piante dei piedi, del viso e, meno comunemente, del cuoio capelluto o delle pieghe inguinali.

Diagnosi

I criteri per la diagnosi includono sudorazione focale, visibile ed eccessiva per più di sei mesi senza causa apparente e almeno due dei seguenti: sudorazione bilaterale e simmetrica, compromissione delle attività quotidiane, insorgenza almeno una volta alla settimana, età di insorgenza più giovane, è di 25 anni, nessun evento durante il sonno e una storia familiare positiva. La richiesta di quattro criteri aumenta la discriminazione tra iperidrosi primaria e secondaria. Non sono necessari esami di laboratorio a meno che l’anamnesi e l’esame obiettivo non suggeriscano una causa secondaria. Esistono diverse possibili cause secondarie di sudorazione eccessiva. Le condizioni e i farmaci che possono causare una sudorazione eccessiva sono elencati rispettivamente, nella Tabella 1. e nella Tabella 2.

Disturbi endocrini / metabolici (p. Es., Diabete mellito, tireotossicosi, ipoglicemia, iperpituitarismo)
Malattia / infezione febbrile (p. Es., Defervescenza, tubercolosi)
Gustoso (p. Es., Cibi piccanti)
Neoplasie (p. Es., Carcinoide, feocromocitoma)
Farmaci
Neurologico (p. Es., Malformazione di Arnold-Chiari, morbo di Parkinson, lesione del midollo spinale)
Fisiologico (p. Es., Menopausa)
Malattia psichiatrica (p. Es., Disturbo d’ansia generalizzato, ansia sociale)
Abuso di sostanze; astinenza da narcotici
Tabella 1. Cause di iperidrosi secondaria
Antidepressivi
Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (p. Es., Fluoxetina [Prozac])
Inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina (p. Es., Venlafaxina)
Agonisti colinergici
Pilocarpina
Piridostigmina (Mestinon)
Ipoglicemici
Insulina
Sulfoniluree
Tiazolidinedioni
Modulatori selettivi del recettore degli estrogeni
Raloxifene (Evista)
Tamoxifen
Varie
Infliximab (Remicade)
Niacina
Sildenafil (Viagra)
Tabella 2. Farmaci che possono causare iperidrosi secondaria

Quanto influisce sulla vita delle persone?

L’iperidrosi influisce negativamente sulla vita quotidiana, in particolare sul benessere emotivo, l’autostima, le relazioni interpersonali e la produttività lavorativa. Sebbene siano stati sviluppati diversi strumenti per misurare l’impatto dell’iperidrosi sulla qualità della vita, la maggior parte sono troppo complessi per essere incorporati nella pratica in ufficio. L’Hyperhidrosis Disease Severity Scale (HDSS) è un sondaggio a domanda singola convalidato con quattro gradi di tollerabilità della sudorazione e impatto sulla qualità della vita. Questa indagine può stimare l’effetto sulle attività quotidiane e la risposta al trattamento.

L’HDSS viene valutato assegnando dei punti in base alla quantità di sudorazione e l’impatto che ha sulle attività quotidiane:

  • 1 punto per la sudorazione che non si nota e non interferisce con le attività quotidiane; 
  • 2 punti per la sudorazione tollerabile ma che a volte interferisce con le attività quotidiane; 
  • 3 punti per la sudorazione che è appena tollerabile e spesso interferisce con le attività quotidiane; 
  • 4 punti per una sudorazione intollerabile che interferisce sempre con le attività quotidiane. 
Secondo la HDSS un punteggio di 2 è considerato lieve, mentre un punteggio di 3 o 4 è considerato grave.

Trattamento

Sono disponibili più terapie per il trattamento, a seconda della localizzazione dell’iperidrosi. Il trattamento deve essere adattato individualmente rispetto alle controindicazioni e alla riuscita e fallimento della terapia. Le opzioni includono farmaci topici (più comunemente cloruro di alluminio), ionoforesi, iniezioni di tossina botulinica, termolisi a microonde.

Trattamento topico

Il trattamento di prima linea è quello topico con il cloruro di alluminio, che dovrebbe essere provato su tutte le iperidrosi localizzate. L’applicazione può tuttavia essere difficile sul cuoio capelluto a causa della presenza di capelli. Il cloruro di alluminio reagisce con le proteine ​​nel condotto del sudore e forma un ostacolo meccanico che impedisce la sudorazione, un’ostruzione delle ghiandole sudoripare eccrine e la distruzione delle cellule secretorie. La soluzione viene applicata sulla pelle completamente asciutta una o più volte alla settimana, preferibilmente quando si va a letto e si lascia agire durante la notte. Questa soluzione può provocare irritazione della pelle, ma può essere diluita per ridurre l’irritazione se necessario. 

Il trattamento di prima linea di tutta l’iperidrosi focale primaria, indipendentemente dalla gravità, è il cloruro di alluminio al 20% (Es. Drysol) topico.

Ionoforesi

La ionoforesi può essere un’alternativa nel trattamento dell’iperidrosi palmare e plantare. Gli ioni vengono convogliati ai condotti del sudore utilizzando una corrente debole e creano un ostacolo nella sezione più esterna del condotto del sudore. L’acqua del rubinetto viene versata nel vassoio del dispositivo, quindi le mani oi piedi vengono immersi mentre viene applicata una corrente elettrica continua per un periodo di tempo specificato, a seconda della corrente. Esistono tre dispositivi registrati presso la Food and Drug Administration statunitense: RA Fischer MD-1a, RA Fischer MD-2 e Drionic. La procedura può essere facilmente eseguita a casa e gli effetti avversi (eritema, vescicole, formicolio) sono generalmente lievi e non richiedono l’interruzione dei trattamenti. La procedura viene eseguita tre giorni alla settimana fino a ottenere l’effetto desiderato, seguita da un regime di mantenimento di una volta alla settimana. Se l’acqua del rubinetto da sola non è efficace, può essere utile aggiungere un cucchiaio di bicarbonato di sodio o una o due compresse frantumate di glicopirrolato anticolinergico (Robinul) a ciascuna padella.

Tossina botulinica

L’iniezione di tossina botulinica è il trattamento per l’iperidrosi più studiato e dimostra un miglioramento costante nei punteggi della scala HDSS e nella produzione di sudore. Può essere considerata una terapia di prima o di seconda linea per l’iperidrosi che colpisce le ascelle, i palmi delle mani, le piante dei piedi o il viso. Le tossine botuliniche legano le proteine ​​sinaptiche, bloccando il rilascio di acetilcolina dai neuroni colinergici che innervano le ghiandole sudoripare eccrine. Esistono due tipi diversi di preparati di tossina botulinica disponibili in commercio approvati dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti per questa procedura: la tossina bolutina di tipo A (BTX A) e la tossina botulina di tipo B (BTX B). La BTX A provoca denervazione chimica locale impedendo il rilascio di acetilcolina. La durata dell’effetto varia da individuo a individuo e il trattamento di solito deve essere ripetuto 1-4 volte l’anno. Gli effetti collaterali più comunemente riportati sono secchezza della pelle e lieve debolezza muscolare. Eventuali effetti collaterali sono generalmente locali, transitori e lievi. Il meccanismo d’azione per BTX B è simile a quello per BTX A ma l’effetto sui neuroni motori α sui muscoli sembra essere molto inferiore perché sono necessarie dosi 50-100 volte più elevate per trattare la distonia cervicale. I pazienti con iperidrosi craniofacciale, iperidrosi generale o iperidrosi postmenopausale in cui gli estrogeni per via orale non sono adatti o inefficaci possono ricevere un trattamento con dosi relativamente piccole di BTX B. Le mani di bambini, musicisti o altre persone in cui la debolezza muscolare locale non è accettabile possono anche essere trattate con BTX B con un piccolo rischio di effetti collaterali. A livello di gruppo, la durata dell’effetto potrebbe essere leggermente più breve dopo il trattamento con BTX B rispetto a BTX A, ma non per tutti i pazienti.

Termolisi a microonde

Recentemente è stato sviluppato un metodo non invasivo che provoca la distruzione locale delle ghiandole sudoripare attraverso le microonde con risultati soddisfacenti e permanenti.

MiraDry (microonde)

Conclusione

L’iperidrosi è una malattia diffusa, di solito, idiopatica, ma può essere secondaria a malattie già esistenti. E’ una patologia che ha un forte impatto negativo sulla qualità della vita dei pazienti che ne soffrono, innescando un circolo vizioso con l’attivazione dei fattori emotivi. Con i metodi di trattamento esistenti, ci sono ottimi risultati creando una terapia adattata individualmente.

D.ssa Carmen Cassese

Referenze

  • [McConaghy JR, Fosselman D. Hyperhidrosis: Management Options. Am Fam Physician. 2018 Jun 1;97(11):729-734. PMID: 30215934.]
  • [Walling HW, Swick BL. Treatment options for hyperhidrosis. Am J Clin Dermatol. 2011 Oct 1;12(5):285-95. doi: 10.2165/11587870-000000000-00000. PMID: 21714579.]
  • [chlereth T, Dieterich M, Birklein F. Hyperhidrosis–causes and treatment of enhanced sweating. Deutsches Arzteblatt international. 2009 Jan;106(3):32-7.]
  • [Swartling C, Brismar K, Aquilonius SM, Naver H, Rystedt A, Rosell K. [Hyperhidrosis–the “silent” handicap]. Lakartidningen. 2011 Nov 23-29;108(47):2428-32.]
  • [Grammer K, Fink B, Neave N. Human pheromones and sexual attraction. European journal of obstetrics, gynecology, and reproductive biology. 2005 Feb 1;118(2):135-42.]
  • [Iwase S, Ikeda T, Kitazawa H, Hakusui S, Sugenoya J, Mano T. Altered response in cutaneous sympathetic outflow to mental and thermal stimuli in primary palmoplantar hyperhidrosis. Journal of the autonomic nervous system. 1997 Jun 6;64(2-3):65-73].
  • [Strutton DR, Kowalski JW, Glaser DA, Stang PE. US prevalence of hyperhidrosis and impact on individuals with axillary hyperhidrosis: results from a national survey. Journal of the American Academy of Dermatology. 2004 Aug;51(2):241-8.]
  • [Kaufmann H, Saadia D, Polin C, Hague S, Singleton A, Singleton A. Primary hyperhidrosis–evidence for autosomal dominant inheritance. Clin Auton Res. 2003 Apr;13(2):96-8.]
  • [Kim WO, Kil HK, Yoon KB, Yoo JH. Treatment of generalized hyperhidrosis with oxybutynin in post-menopausal patients Acta dermato-venereologica. 2010 May;90(3):291-3.]
  • [de Almeida AR, Montagner S. Botulinum toxin for axillary hyperhidrosis. Dermatol Clin. 2014;32(4):495–504.
  • [Glogau RG. Hyperhidrosis and botulinum toxin A: patient selection and techniques. Clin Dermatol. 2004;22(1):45–52.]
  • [Jacob C. Treatment of hyperhidrosis with microwave technology. Semin Cutan Med Surg. 2013;32(1):2–8]

Immagini

  • [https://www.farmagalenica.it/alluminio-cloruro-spray-gel-crema-soluzione-farmacia/]
  • [https://coastalskinsurgery.com/2018/07/24/dont-let-hyperhidrosis-control-you/]
  • [http://medicina-sapere.blogspot.com/2016/05/iperidrosi.html]
  • [https://inchiostrovirtuale.it/iperidrosi-cause-rimedi/]
  • [https://www.controcampus.it/2012/08/le-microonde-contro-la-sudorazione-eccessiva/]

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...