Alimentazione e Sport

Vitamina B2

Generalità

La molecola fosforilata corrisponde ai flavo-coenzimi flavinmononucleotide (FMN) e flavinadenindinucleotide (FAD).

B2.

Funzioni fisiologiche

La molecola presenta differenti funzioni fisiologiche condizionanti diversi distretti :

  • Metabolismo del ferro : La riboflavina regola l’assorbimento di ferro e la sua utilizzazione nella sintesi dell’emoglobina
  • Attività antiossidante: La vitamina svolge un ruolo antiossidante come cofattore di enzimi FAD-dipendenti ( glutatione riduttasi, glutatione perossidasi e xantina ossidasi), coinvolti nel metabolismo del glutatione e dell’acido urico.
  • Metabolismo dell’omocisteico: La vitamina B2 condiziona i livelli di omocisteico agendo sulla disponibilità dell’azione enzimatica FAD dipendente della MTHFR (metilentetraidrofolato reduttasi). Tale azione si ripercuote sul benessere cardiovascolare soprattutto in persone che presentano un basso introito di folati. Si tenga presente che l’omocisteico porta alla sintesi della metionina, aminoacido essenziale per il corpo umano.
  • Regolazione di vie metaboliche: la vitamina partecipa, mediate i coenzimi FAD, a differenti pathways metabolici. Risulta coinvolta nel metabolismo dei lipidi, proteine e glucidi. Inoltre si tenga presente che, la vitamina B2, gioca un ruolo cruciale nella conversione del triptofano in niacina (vitamina B3) e nella produzione della forma attiva della vitamina B6, agendo sull’enzima piridossina 5 fosfato ossidasi.

Dosi farmacologicamente attive

La riboflavina è stata testata a dosi farmacologiche per la cura di :

  • Cataratta : in relazione alla sua azione antiossidante
  • Emicrania : grazie alla sua funzione cruciale come coenzima, risulterebbe agire sull’alterata utilizzazione mitocondriale dell’ossigeno

Metabolismo e fabbisogno

Quasi tutte le vitamine vengono assorbite a livello intestinale ed è questo il caso della riboflavina. L’attivazione della vitamina tramite fosforilazione da parte di enzimi chiamati flavochinasi, sensibili agli ormoni tiroidei e surrenalici, avviene nel citoplasma di diversi tessuti soprattutto :

  • intestino
  • cuore
  • muscolo scheletrico
  • fegato

Si tenga presente che il fabbisogno della vitamina aumenta in gravidanza, allattamento ed in relazione ad un proporzionale aumento del consumo energetico.

Le dosi giornaliere raccomandate sono :

      • 1,1 mg per le donne
      • 1,3 mg per gli uomini

Dove ritrovo la vitamina B2?

Foods Highest in Vitamin B2 (Riboflavin)
Foods Highest in Vitamin B2 (Riboflavin). Healthy food. Top view

La vitamina B2 la ritroviamo in differenti categorie di alimenti sia di origine vegetale che animale.

In particolare, gli alimenti più ricchi di vitamina B2 sono:

  • Latte e derivati
  • carne e pesce
  • mandorle
  • spinaci
  • broccoli
  • asparagi

 

Si tenga presente che in alcuni paesi i cereali sono addizionati con riboflavina in quanto ne risultano privi.

Gli stati carenziali

Le cause di possibili carenze di vitamina B2 possono essere riconducibili a diverse condizioni patologiche o atteggiamenti alimentari. La riduzione dell’introito di latte e derivati, ricchi di vitamina, può predisporre ad uno stato carenziale. Inoltre nelle condizioni di ipotiroidismo e di insufficienza surrenalica, il fabbisogno della vitamina è aumentato per una ridotta trasformazione della riboflavina nelle forme fosforilate attive, FAD e FMN.

Il fabbisogno è aumentato anche in soggetti che praticano attività fisica a livello agonistico.

alcolismo

Nel caso di paziente con abuso di alcol, lo stato carenziale risulta essere multifattoriale. Principalmente risulta essere coinvolto il meccanismo di assorbimento della vitamina ed una sua successiva attivazione. Di solito, una carenza di vitamina B2, risulta essere associata ad un corrispettiva carenza di niacina, vitamina B 6 e folati.

L’utilizzo di farmaci come clorpromazina ed antidepressivi triciclici , l’antimalarico quinacrina ed il chemioterapico adriamicina possono favorire un deficit della vitamina interferendo con la sua attivazione.

fenobabrital

Il fenobarbital aumenta il catabolismo della vitamina a livello epatico.

 

Occhio alla bocca ma non solo

cheilite-angolare-orig

La carenza di vitamina B2 porta spesso a delle manifestazioni dermatologiche facilmente osservabili. Le prime manifestazioni riguardano le mucose orali con fissurazioni agli angoli della bocca ( stomatite angolare), successivamente si sviluppano glossite ( la lingua può assumere una colorazione magenta), cheilosi e dermatite seborroica al volto, tronco ed arti.

Nei casi gravi possono manifestarsi anemia, sintomi neurologici, vascolarizzazione corneale e cataratta. L’anemia da riboflavina risulta essere normocitica e normocromica, mentre i globuli bianchi e le piastrine restano normali. L’anemia è in parte correlata anche con un deficit concomitante di ferro e folati.

Diagnosi dello stato carenziale

Gli esami che possono essere effettuati per diagnosticare uno stato carenziale della vitamina B2 sono :

  • Concentrazione della vitamina nelle urine : valori normali 120 microgrammi/giorno o <30 mg/g di creatininuria . 
  • Misurazione dell’attività della glutatione reduttasi nei globuli rossi con o senza aggiunta di FAD: coefficiente di attività superiore a 1,4 è diagnostico di stato carenziale.

Si tenga presente che le concentrazioni all’interno delle urine risentono di molti fattori legati all’alimentazione, attività fisica , la temperatura ambientale ed l’utilizzo di contraccettivi orali.

L’attività enzimatica, in ultima considerazione, non è sempre correlata allo stato di gravità carenziale, in quanto essa risulta essere condizionata anche da età, sesso, deficit di vitamina B6 o ferro, insufficienza renale cronica, gravidanza , esercizio fisico ed età dei globuli rossi.

La terapia con alimenti ricchi di riboflavina

La terapia di elezione per lo stato carenziale risulta essere caratterizzata da un aumento dell’introito di alimenti ricchi di vitamina B2 e con l’assunzione di supplementi orali.

La somministrazione di 10-30 mg/die per via orale, fino a miglioramento dei sintomi, e poi di 2-4 mg/giorno, fino alla risoluzione, costituisce un approccio adeguato.

Non vengono segnalate quadri di intossicazione o di reazioni avverse.

 

FONTI

  • Gibney M.J. Lanham New S.A. Cassidy A. and Vorseter H.H. Introduction to human nutrition
  • Mulholland C.A.,Benford D.J. What is know about the safety of multivitamin-multimineral supplements for thegenerally healthy population? Theoretical basis for harm. Am J Clin Nutr. 85,318S-322S
  • Greenwald P., Anderson D., Nelson S.A., Taylor P.r. : Clinical trials of vitamin and mineral supplements for cancer prevention

 

Dr.Vincenzo Zottoli

 

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

1 pensiero su “Vitamina B2”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...