Alimentazione e Sport

Probiotici:fondamentali per il paziente con IBS

Nell’ultimo articolo abbiamo trattato la sindrome del colon irritabile e abbiamo visto le difficoltà diagnostiche e terapeutiche che riguardano la malattia.

Oggi parliamo dei probiotici come arma terapeutica per combattere l’IBS (Irritable Bowel Syndrome), basandoci su quei pochi studi che sono stati effettuati in questo campo.

Bisogna comprendere che il nostro intestino è colonizzato da diverse specie di batteri. L’equilibrio in percentuale tra queste specie batteriche permette a noi uomini di instaurare un rapporto di eubiosi con tali colonie, garantendo così il benessere e la funzionalità intestinale. Nello specifico la nostra flora intestinale è caratterizzata da 2 ceppi principali batterici: Firmicutes 64% e Bacteroidetes 23% , seguiti da Proteobacteria 8%, Actinobacteria 5%.

Una rottura a livello intestinale di questo equilibrio porta all’instaurarsi di un processo lesivo per il nostro benessere: la disbiosi intestinale.

probiotici 1

Esistono diversi gradi e forme di disbiosi, ma ad ogni modo, studi epidemiologici hanno dimostrato che l’insorgenza dei sintomi da IBS sono successivi a tale forma patologica, o in seguito a terapia antibiotica o dopo una gastroenterite acuta infettiva, che aumenta il rischio di sviluppo di IBS di circa 7 volte.

Il microbiota intestinale presenta una differente composizione in soggetti IBS e non IBS, ed in special modo è stata osservata un aumento della percentuale di Firmicutes  e riduzione di Bacteroidetes, con proliferazione di germi patogeni che caratterizzato e peggiorano il quadro patologico della malattia.

In una condizione del genere, la percentuale di zuccheri indigeriti aumenta considerevolmente, portando ai classici sintomi della IBS.

Studi clinici hanno dimostrato che la supplementazione di probiotici ha migliorato la risposta di alcuni pazienti alle terapie canoniche. Inoltre è stato osservato che l’azione probiotica ha la capacità di ripristinare la barriera intestinale garantendo l’integrità della mucosa e la sua normale funzione. Bisogna specificare anche un’attività immunitaria, il ripristino delle giunzioni strette e l’aumento della produzione di sostante antimicrobiche come : lattato, butirrato e propionato.

probiotici 2

Questi tre composti derivano dalla fermentazione batterica delle fibre ( acidi grassi energetici per gli enterociti, con attività anti-infiammatorie).

Nella maggior parte degli studi sono stati impiegati Lattobacilli e/o Bifidobatteri, ed i risultati hanno dimostrato una diminuzione della sintomatologia della IBS ma resta controversa l’azione benefica sul meteorismo/gonfiore addominale. L’azione di questi ceppi ha inoltre mostrato una diminuzione della persistenza della sintomatologia del 21%.

In studi più completi è stata testata una miscela di 8 ceppi batterici contenenti 112 miliardi di batteri per capsula o 450 miliardi per bustina.

La composizione in specie probiotiche era:

  • 1 streptococco
  • 3 bifidobatteri
  • 4 lattobacilli

Bisogna infine specificare che una debole azione benefica è stata rilevata anche in S.Boulardii.

L’utilizzo dei probiotici è abbastanza sicuro, non ha mostrato reazioni collaterali al loro utilizzo, anche se sono state segnalate raramente infezioni sistemiche nell’ordine dello 0.05-0.40 %.

Tali episodi si riferiscono a pazienti in determinate condizioni come allergie a uova  e latte, immunodeficienza, intestino corto.

Un recente Probiotics Consensus Yale/Harvard ha raccomandato un razionale uso di probiotici che però hanno un valore limitato in relazione alla mancanza di numero di studi consistenti. In particolare i ceppi raccomandati per IBS sono:

  • S.Thermophilus + B.Breve,Infantis, Longum + L.Acidophilus, Plantarum, Paracase, Bulgaricus 
  • B.Infantis
  • L.Plantarum
  • B.Animalis

Un altro studio relativo alle raccomandazioni sull’utilizzo dei probiotici per i pazienti affetti da IBS ha consigliato, includendo i dosaggi, alcuni ceppi batterici in combinazione o come singoli:

  • Capsule contenenti 112 miliardi o 450 miliardi per bustina per almeno 8 settimane
  • B.infantis : sotto forma di capsule contenenti almeno 1 miliardo per almeno 4 settimane
  • L.Rhamnosus: sotto forma di capsule o bustine contenenti almeno 6 miliardi di batteri ed il dosaggio consigliato è da 8-9 miliardi al giorno per 6 mesi.

L’utilizzo dei probiotici avviene anche attraverso prodotti caseari come (yogurt, formaggi, latte fermentato) ed uno studio ha dimostrato che la somministrazione di Lattobacilli e Bifidobatteri 30 minuti prima del pasto principale ed in veicolo “grasso“, come avviene ad esempio nello yogurt, possa migliorare la sopravvivenza nel tratto gastrointestinale di questi batteri e dunque il profilo di efficacia.

Infine elencheremo tutte le indicazioni che ogni prodotto a base di probiotici dovrebbe avere:

  • Identificazione dei batteri con nome e famiglia del ceppo
  • Concentrazione minima di batteri presenti espressa o in miliardi od in UFC
  • Data di scadenza
  • Modalità di conservazione
  • Dosi raccomandate per ottenerne beneficio
  • Descrizione dell’effetto fisiologico voluto
  • Contatti per la farmacovigilanza post-vendita

probiotici 3

Abbiamo visto mediante gli studi relativi ai probiotici in relazione alla IBS come essi possano rappresentare una componente fondamentale dell’approccio terapeutico alla malattia.

Salvaguardare il nostro intestino significa salvaguardare la nostra salute.

Dunque, prendiamoci cura del nostro intestino !

 

 

Dr. Vincenzo Zottoli 

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...