Medicina e salute

L’irsutismo è un segno clinico

Oggi parliamo di irsutismo come segno clinico utile per una corretta diagnosi di problematiche endocrine femminili.

Quando si parla di irsutismo si intende la presenza di peli terminali in sedi tipicamente “maschili”, cioè in sedi in cui non sono normalmente presenti nelle donne.

L’irsutismo, in medicina, viene messo considerato un indice di iperandrogenizzazione, indipendente dai livelli di androgeni circolanti.

androgeni

Questo segno clinico, insieme all’approfondimento della voce, all’acne, ingrossamento del clitoride, accrescimento della massa muscolare, risulta essere un segno di virilizzazione. Non devono essere considerati segni di irsutismo quei piccoli peli sottili, scarsamente pigmentati, non terminali che costituiscono il cosiddetto “vello” che risulta essere presente in tutte le donne.

A tal proposito i peli terminali possono dividersi in due categorie, in base alla loro sensibilità verso gli androgeni:

  • Peli androgeno-indipendenti sono: i capelli, le ciglia e sopracciglia, presenti anche in età infantile.
  • Peli androgeno- dipendenti sono : peli ascellari e peli pubici, presenti anche nelle donne dopo lo sviluppo puberale.

Bisogna tener conto che i peli terminali dipendenti dagli androgeni hanno una bassa sensibilità, e che  quindi richiedono un’alta percentuale di ormoni nel torrente sanguigno affinchè ne vengano influenzati.

struttura pelo

Questo concetto fisiologico si traduce in una distribuzione dei peli terminali dipendenti dagli androgeni, esclusivamente all’interno del genere maschile. Quando questa omeostasi ormonale è intaccata da un processo patologico, possono comparire anche nelle donne.

Sono sedi di peli terminali dipendenti dagli androgeni a bassa sensibilità:

        • mento
        • dorso
        • linea alba
        • prolabio
        • cosce
        • regione intermammaria
        • guance
        • braccia

In queste zone il follicolo pilifero prepuberale viene influenzato dall’aumento degli androgeni.

L’azione degli ormoni sul follicolosi traduce in ipertrofia della ghiandola sebacea che assume le dimensioni adulte, nel cosiddetto follicolo sebaceo e dall’altra una crescita e trasformazione del pelo che assume  l’aspetto del pelo terminale.

La valutazione della distribuzione dei peli serve ad identificare clinicamente la situazione del paziente, arrivando ad una diagnosi corretta.

Ferriman e Gallwey hanno sviluppato un punteggio di 11 sedi terminali, che successivamente sono state ridotte a 9 in quanto la gamba e l’avambraccio sono state escluse, in quanto possibili sedi di peli terminali per motivi costituzionali e non legati al grado di androgenizzazione del paziente.

ferriman

Lo score di Ferriman e Gallwey prevede un punteggio da 0 ad un massimo di 4 per ciascuna delle 9 sedi :

  1. labbro superiore
  2. mento
  3. regione intermammaria
  4. addome superiore
  5. linea alba
  6. braccia
  7. cosce
  8. dorso superiore
  9. dorso inferiore

Un punteggio uguale a 0 equivale ad essenza di peli, mentre di 4 ad una distribuzione di peli terminali importante. Punteggi intermedi vengono assegnati in base alla presenza di singoli o radi peli terminali o di un’estensione intermedia del segno clinico.

L’importanza dello score è di poter dare una stima del grado di irsutismo con un semplice metodo clinico. C’è da considerare che tale score può essere influenzato dalla soggettività dell’operatore e da diversi momenti in cui viene analizzata. L’esame obiettivo di donne con problematiche mestruali, soprattutto unite a segni di iperandrogenismo, dovrebbe comunque includere la valutazione dell’irsutismo di Ferriman e Gallwey.

Questo metodo è utile per valutare la gravità del segno clinico e la sua evoluzione in seguito a terapia farmacologica.

Come si può pensare questo criterio di valutazione risente di una forte soggettività e tale limitazione ad ogni modo è stata tradotta in standard di riferimento utili allo specialista:

  • Score fino a 5/36 possono essere considerati normali per molti gruppi etnici
  • Score superiori a 7/36 sono da considerarsi indicativi di irsutismo.

cushing

L’irsutismo può essere causato da problematiche come :

        • sindrome dell’ovaio policistico
        • sindrome androgenitale non classica
        • sindrome di Cushing
        • tumori virilizzanti dell’ovaio e del surrene
        • irsutismo iatrogeno
        • irsutismo idiopatico

La presenza di concomitanti disturbi mestruali e di altri segni clinici con sintomi indirizza verso la diagnosi eziologica che può essere confermata sulla base di risultati di indagini ormonali e strumentali.

irsutismo 1

Oggi abbiamo visto come un segno clinico possa  ricoprire un ruolo non indifferente per una corretta diagnosi. Lo specialista dovrà tener conto di questo sintomo  soprattutto in donne che presentano una concomitante problematica mestruale e con segni biochimici di iperandrogenismo.

Dott. Vincenzo Zottoli

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...