Alimentazione e Sport

Approccio nutrizionale alla maculopatia diabetica

I pazienti diabetici obesi affetti da retinopatie proliferanti o non proliferanti possono presentare un aggravamento del quadro clinico in seguito ad un danno della parte centrale della retina, la macula.

Il danno può essere di tipo edematoso o ischemico e determina una grave compromissione del visus, con particolare riferimento all’acuità della vista e alla percezione dei colori.

All’esame oftalmoscopico gli elementi desunti possono essere limitati da un ispessimento retinico indicativo di edema e/o essudati duri in corrispondenza della macula. L’utilizzo della lampada a fessura può dare maggiori informazioni riguardo il grado di spessore della retina.

retinopatia diabetica

L’esame di elezione risulta essere a questo proposito la tomografia del fondo oculare. La fluorangiografia può invece dimostrare la perdita o la parziale compromissione/distorsione dei capillari perifoveali.

Un quadro particolarmente rischioso da un punto di vista prognostico è rappresentato dall’edema maculare quando è caratterizzato da uno o più dei seguenti elementi:

    • essudati duri situati entro 500 µ dalla fovea
    • ispessimento (edema) retinico situato entro 500 µ dal centro della macula(fovea)
    • ispessimento retinico delle dimensioni di un diametro del disco (1500µ) i maggiori, collocato entro un diametro del disco dalla fovea.

In questo caso l’edema risulta significativamente rilevante o CSME Clinically Significant Macular Edema, con necessità di trattamento.

Questa condizione clinica deve essere tempestivamente trattato in quanto porta ad una grava compromissione del visus . Infine la maculopatia ischemica legata alla perdita dei capillari perifoveali produce un grave deficit visivo e non è facilmente suscettibile di trattamento.

L’edema colpisce tipicamente i soggetti diabetici con DM di tipo 2, e vista l’assoluta preponderanza di questa varietà diabetica, che copre oltre il 90 % dei casi, l’edema maculare può ritenersi la causa principale di grave compromissione visiva in corso di diabete.

Approccio Nutrizionale alla problematica

diabete e alimentazione

Secondo uno studio pubblicato sull’editoriale dell’ Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), un regime nutrizionale adeguato potrebbe limitare la problematica maculare diabetica.

I risultati dello studio dimostrano che dopo 3 mesi di trattamento con dieta ipocalorica distribuita come segue:

  • 3 pasti principali di 1400 kcal totali
  • Dieta ipoglucidica (10%), iperproteica (45%), iperlipidica (45%)
  • Assenza di cereali e pseudocereali

I pazienti hanno mostrato una diminuzione dei valori medi di omocisteina (il nuovo colesterolo) plasmatica, diminuzione dei valori di emoglobina glicata, diminuzione del BMI  dei pazienti trattati.

Si tenga presente che il regime iperproteico è stato rivisto successivamente, in quanto l’eccesso di corpi chetonici poteva danneggiare il paziente ulteriomente.

Lo studio dimostra come ancora una volta uno specialista in campo alimentare può migliorare la situazione clinica del paziente. Un equilibrio tra macronutrienti si è tradotto in un beneficio a lungo termine, evitando la somministrazione di integratori (economicamente gravosi) per alcuni pazienti.

Si tenga presente che l’abbassamento dei carboidrati nell’introito calorico giornaliero, unito all’aumento della quota proteica e lipidica ha dei riscontri sulla sensibilità insulinica tipica del paziente diabetico. In questo modo l’alimentazione ha coadiuvato un trattamento medico di fondo nel combattere il processo cronico patologico.

Una condotta di vita sana si traduce in una risposta fisiologica positiva per l’individuo, mantenendo quello stato di omeostasi necessario per la salute umana.

Dr. Vincenzo Zottoli

 

Fonti:

Editoriale ADI, Pacini editore, 01 2020, Intervento nutrizionale nei pazienti obesi affetti da edema maculare diabetico

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...