Alimentazione e Sport

Diagnosi di un Disturbo Alimentare

La diagnosi e la classificazione di un disturbo alimentare ha seguito nel tempo un cammino incerto, ritardando inizialmente il riconoscimento della Anoressia Nervosa (AN) come entità clinica, accettando la nuova sindrome della Bulimia Nervosa (BN) e più recentemente indulgendo in un’eccessiva sottotipizzazione di queste due patologie. Un’ulteriore problema risulta essere rappresentato anche dalla forte correlazione che esiste tra questa tipologia di disturbi e fattori socioculturali, in particolare al culto della magrezza.

Quindi pur con continue riserve e critiche da parte degli addetti ai lavori, nel 1994 è stata pubblicata dall’American Psychiatric Association la quarta edizione del ” Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders”, all’interno della quale sono contenuti i criteri diagnostici per i disturbi alimentari che raccolgono il maggiore consenso possibile dalla comunità scientifica e che possono essere utilizzati come indice di riferimento per la pratica clinica.

In questa classificazione i Disturbi Alimentari (DA) sono divisi in tre categorie:

    • Anoressia Nervosa (AN)
    • Bulimia Nervosa (BN)
    • Disturbi del Comportamento Alimentare Non Altrimenti Specificati (DCA-NAS)

Tra gli ultimi fu inserito per la prima volta il Disturbo da Alimentazione Incontrollata o DAI, Binge Eating Disorder, BED.

Di seguito elenchiamo i principali criteri diagnostici che identificano i Disturbi Alimentari.

Anoressia Nervosa (AN)

diagnosi disturbi 2

  1. Rifiuto nel voler mantenere il proprio peso corporeo al livello minimo del peso normale per l’età e per la statura o al di sopra di esso con tendenza al mantenimento del proprio peso corporeo al di sotto dell’85% di quello atteso.
  2. Intensa paura di acquistare peso o di ingrassare anche in condizione di sottopeso
  3. Disturbo della percezione del proprio peso o della forma del proprio corpo, con eccessiva influenza di questo sui livelli di autostima , con rifiuto di riconoscere la gravità del problema anche di fronte ad un evidente problema.
  4. Amenorrea nelle femmine con assenza di almeno tre cicli mestruali consecutivi. Si tenga presente che una donna è considerata amenorroica quando i suoi cicli si presentano solo successivamente ad una terapia ormonale.

A tale punto bisogna specificare il tipo:

  • Restrittivo : La persona non presenta regolarmente abbuffate o condotte di eliminazione come vomito autoindotto, lassativi, diuretici o clisteri.
  • Bulimico: La persona ha presentato regolarmente abbuffate o condotte di eliminazione con vomito autoindotto, abuso di lassativi, clisteri o diuretici.

Bulimia Nervosa (BN)

diagnosi disturbi 3

  1. Ricorrenti abbuffate. Un’abbuffata ha delle caratteristiche precise quali mangiare in un definito periodo di tempo ( un paio d’ore), una quantità di cibo significativamente maggiore di quello che la maggior parte delle persone nelle stesse condizioni. Altra caratteristica dell’abbuffata è la percezione di perdere il controllo durante l’atto del mangiare, ovvero sensazione di non riuscire a fermarsi.
  2. Ricorrenti ed inappropriate condotte di combattere l’aumento di peso con pratiche come : vomito autoindotto, abuso-uso improprio di farmaci, diuretici, lassativi, esercizio fisico intenso e compulsivo, digiuno.
  3. Le abbuffate e le condotte sbagliate, si presentano entrambe almeno due volte a settimana per almeno tre mesi.
  4. I livelli di autostima risultano essere influenzati dalla forma e dal peso corporeo
  5. Il disturbo si manifesta esclusivamente nel corso di episodi di Anoressia Nervosa.

A questo punto bisogna specificare il tipo:

  • Purgativo : il soggetto presenta regolarmente pratiche errate per perdere peso come vomito autoindotto, lassativi, farmaci, diuretici , ecc.
  • Non Purgativo: utilizzo di esercizio fisico compulsivo e digiuno come pratica regolare per perdere peso, senza utilizzo delle pratiche errate sopraelencate.

Disturbi dell’Alimentazione Non Altrimenti Specificati (DCA-NAS)

diagnosi disturbi 5

Questa categoria rappresenta una classe di disturbi alimentari con caratteristiche non riconducibili a nessun altro specifico DA. Di seguito ne vengono elencati gli aspetti clinici:

  1. Persona di sesso femminile che presenta tutti i criteri dell’Anoressia Nervosa pur in presenza di ciclo mestruale
  2. Sono soddisfatti tutti i criteri dell’Anoressia Nervosa, anche se il peso risulta ancora ai limiti del minimo della norma
  3. Sono soddisfatti tutti i criteri della Bulimia Nervosa, ad eccezione del fatto che le abbuffate e le condotte di compenso hanno una frequenza inferiore a 2 episodi per settimana per 3 mesi.
  4. Una persona di peso normale che si dedica regolarmente ad inappropriate condotte di compenso dopo aver ingerito piccole quantità di cibo.
  5. Il paziente mastica ripetutamente e sputa, senza deglutire, grandi quantità di cibo.

Disturbi dell’Alimentazione Incontrollata (DAI)

diagnosi disturbi 4

  1. Abbuffate ricorrenti
  2. Le abbuffate sono associate a tre o più delle seguenti caratteristiche:
    • Mangiare molto più velocemente del solito
    • mangiare fino a quando non ci sente spiacevolmente pieni
    • mangiare grandi quantità di cibo senza essere affamati
    • mangiare in solitudine per la quantità di cibo ingerito
    • al termine dell’abbuffata sentirsi disgustati di se stessi, depressi o molto colpevoli
  3. Rilevazione di un stress correlato alle abbuffate alimentari
  4. Le abbuffate si presentano per almeno 2 giorni alla settimana per un periodo di 6 mesi. Si tenga presente che in questo caso il criterio di riferimento in relazione alle abbuffate è diverso rispetto alla BN, in quanto è ancora in corso un dibattito sul contare i giorni in cui avvengono le abbuffate o il numero di abbuffate alla settimana.
  5. Le abbuffate non si associano regolarmente ad episodi di condotte di eliminazione inappropriate.

 

Nei prossimi articoli della categoria Alimentazione e benessere tratteremo i disturbi alimentari che colpiscono in età pediatrica, analizzando aspetti diagnostici clinici e terapeutici.

 

Dr. Vincenzo Zottoli

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...