Alimentazione e Sport

Nutraceutica e modulanti dell’appetito: Quale integratore è valido?

panino

In questo articolo parleremo di alcune molecole impiegate come modulanti dell’appetito. Controllare l’impulso della fame è molto difficile, e come ogni evento fisiologico risulta essere caratterizzato da meccanismi complessi neuronali. Oggi elencheremo alcune delle sostanze utilizzate a tale scopo per il calo ponderale.

Modulanti della fame come Modulanti di Marketing.

In questo elenco andremo a parlare delle caratteristiche di ogni sostanza e delle relative prove scientifiche che abbiamo riguardanti la validità ed efficacia relativa. Si tenga presente, che l’obesità è una patologia multifattoriale e come tale è impensabile avere un singolo approccio terapeutico. La terapia comportamentale a tutto tondo unita a quella farmacologica, applicata solo in alcuni soggetti, risulta essere vincente. Negli ultimi anni è aumentato notevolmente il consumo di integratori per la perdita di peso. Tutto ciò è avvenuto per la pressante idea sociale di essere belli, magri e sempre in forma. Il dogma centrale di tutto questo discorso si traduce in operazioni di marketing non indifferenti, che ci fanno perdere di vista l’obiettivo primario: ” Sentirsi bene con sè stessi e rispettare la propria mente ed il proprio corpo”.

In questo marasma di informazioni, cavalcando l’onda del concetto di benessere, il marketing ha fatto da padrone e diventa un qualcosa da cui difendersi, in alcuni casi, per non essere delle vere e proprie vittime commerciali.

Ecco alcuni dei nutraceutici usati come “modulanti della fame” e la loro validità:

  • L-Tirosina

download (1)

La L-Tirosina è un aminoacido polare che non rientra nella categoria degli aminoacidi essenziali in quanto viene prodotto dal nostro corpo a partire da diverse sostanze. Essa è una molecola chirale e presenta come gruppo laterale un p-idrossibenzile.

La tirosina risulta essere biologicamente importante in quanto è precursore di ormoni tiroidei come la tiroxina o delle catecolamine come dopamina, noradrenalina e adrenalina, ed infine della melanina.

La tirosina risulta essere prodotta a partire dalla fenilalanina ad opera della fenilalanina idrossilasi, un’ossigenasi che usa come cofattore la tetraidrobiopterina.

Se la tirosina aumenta i livelli di catecolamine, dunque potrebbe avere un ruolo nelle fluttuazioni del tono dell’umore.

Effettivamente un piccolo ruolo in questo senso è stato confermato, ma purtroppo gli studi su ratti effettuati nel 1990 hanno dimostrato che la molecola potenziava l’azione di farmaci noradrenergici ma che non aveva alcun effetto sul calo del peso corporeo.

EFFICACIA : NO!

 

  • Rhodiola Rosea

download (2)

E’ una pianta già nota da secoli soprattutto nei paesi Asiatici per le le sue innumerevoli proprietà. La Rodhosiola Rosea presenta delle ottime applicazioni in diversi campi del benessere ed ha avuto successo anche come modulante dell’umore, antidepressivo e coadiuvante per la perdita di peso. I composti che presentano funzioni fisiologiche sono diversi e le proprietà benefiche derivanti sono circa 146, ascrivibili soprattutto a composti fenolici contenuti nella pianta. Sono circa 28 i composti di questa natura che sono stati riscontrati anche in altre piante.

I composti bioattivi presenti in Rhodiola Rosea sono :

Rhodioloside ( presenta identità con il glicoside del tirosolo ovvero il salidroside derivante dal salice

Rosavin

Rosin

– Rosarin

– Rodiosin

– Rhodalin

– Rhodionin

– Astragalin

– ticin 5-O-glucoside

– campferolo-7-ramnoside

L’elenco delle sostanze sembra essere in realtà molto più lungo ma ne abbiamo citate solo alcune. Il meccanismo d’azione sembra essere riconducibile all’inibizione della catecol-O-metil transferasi o COMT ed effetto stimolante del passaggio del 5-idrossitriptofano attraverso la barriera ematoencefalica.

Un’altra caratteristica importante della pianta, recentemente studiata, sembra quella di essere un modulatore dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene come regolatore del rilascio di cortisolo nei periodi di stress.

EFFICACIA : SI COME COADIUVANTE PER LA FAME NERVOSA

 

  • Caralluma fimbriata

010995a5499a2230e33abc56f1fd905f

Cactus edibile utilizzato dagli indiani per sopprimere il senso di fame. In uno studio che ha coinvolto 50 soggetti con sovrappeso e obesità ha dimostrato che dopo 60 giorni di somministrazione randomizzata di 1 gr/die di estratto di Caralluma e di placebo, i soggetti non presentavano alcuna differenza  tra i due gruppi.

Un successivo studio che ha coinvolto 89 soggetti ha riconfermato l’inefficacia del prodotto per la cura dell’eccesso ponderale

EFFICACIA: NO!

  • Hoodia Gordonii

download (3)

Cactus Africano con una molecola attiva che è rappresentata dal glicoside denominato P57. La somministrazione nel terzo ventricolo di P57 in animali da laboratorio, ha dimostrazione che si riduceva l’apporto di cibo del 40-60% nelle 24 ore succesive alla somminsitrazione ed incrementava i livelli di adesoin-5 trifoasfato del 50-100%.

Un successivo studio che coinvolgeva 29 soggetti con utilizzto dell’estratto di Hoodia e di placebo si è evidenziato che i pazienti non presentavano alcun calo ponderale ma furono riscontrati diversi effetti collaterali come:

– nausea

– vomito

– aumento pressione arteriosa

– aumento frequenza cardiaca

– aumento bilirubina e fosfatasi alcalina

Tali effetti hanno confermato non solo l’inefficacia del prodotto ma anche la tossicità di questo sui soggetti umani

EFFICACIA: NO CON L’AGGRAVANTE TOSSICA

 

Dr. Vincenzo Zottoli

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...