Medicina e salute

Semiotica funzionale tiroidea: Indici metabolici indiretti

Doctor examining a female patients neck

Esistono parametri che possono essere valutati come indice indiretto della funzionalità tiroidei. Essi non rivestono grande importanza in quanto sono stati superati largamente da mezzi diagnostici più affidabili e disponibili, ma li citeremo in quanto rivestono un aspetto,seppur marginale, dell’approccio clinico.

Le principali indagini effettuate per valutare gli effetti metabolici degli ormoni tiroidei sono:

metbaolismo basale

  • Metabolismo basale:  è un indice indiretto della funzione metabolica e calorigenica derivante dagli ormoni tiroidei. Esso viene calcolato dal consumo di ossigeno del paziente in condizioni di riposo e dopo almeno 12 ore dall’ultimo pasto, ad una temperatura ottimale. Il valore è espresso come una variazione percentuale rispetto ad un valore teorico dedotto da risultati standard in base al sesso, all’età e alla superficie corporea. Valori normali sono compresi fra +10 e -10% . Il risultato del test può essere condizionato da interferenze derivanti da numerosi fattori extratiroidei.

Cpk

  • Misurazione degli enzimi muscolari : Gli enzimi muscolari come la transaminasi glutammico-ossalacetica (GOT), la creatin-fosfo-chinasi (CPK) o ancora la lattato-deidrogenasi (LDH), risentono delle condizioni ormonali tiroidee. In particolare aumentano in corso di grave ipotiroidismo, indicando una sofferenza muscolare associata al quadro clinico tipico della malattia, mentre sono lievemente diminuiti in corso di tireotossicosi.

escrezione creatina

  • Test di tolleranza alla creatina: questo test è effettuato ancora una volta  per una valutazione indiretta dell’azione ormonale tiroidea. In particolare si osserva abitualmente un aumento dell’escrezione di creatina in corso di ipertiroidismo e questo fenomeno può essere constato successivamente ad un pasto a contenuto standard di creatina. Nell’ipotiroidismo si osserva invece una riduzione dell’escrezione di creatina.

Colesterolo_LDL_HDL_Blog_AbanoMed_Abano_Terme

  •  Colesterolemia: tenendo conto di variabili individuali il colesterolo sierico si associa bene alla situazione tiroidea. In particolare si osserva un aumento o riduzione rispettivamente in ipo e ipertiroidismo.

 

riflesso achilleo

  • Tempo del riflesso achilleo : la durata di tale riflesso è allungata nell’ipotiroidismo ed accorciata nell’ipertiroidismo. Questo si osserva in quanto tale fenomeno riflette le variazioni della velocità di contrazione e del rilasciamento muscolare. La misurazione effettuata con un cinemometro può garantire l’osservazione di un quadro completo del riflessogramma . La morfologia e la durata della contrazione diventa un’analisi indiretta tiroidea ma che copre una scarsa utilità ai scopi diagnostici.

 

Dr. Vincenzo Zottoli

 

 

 

 

Messaggio al lettore: Ogni informazione presente in questo blog è puramente a scopo informativo.
Non si intende in nessun modo sostituire figure professionali in campo medico e di consulenza.

1 pensiero su “Semiotica funzionale tiroidea: Indici metabolici indiretti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...